back to top
venerdì 21 Giugno 2024

traduzione automatica

venerdì 21 Giugno 2024

traduzione automatica

    Il nuovo impianto BOVONE per la stratifica di grandi lastre serve l’ambizioso piano di rinnovamento industriale di un’importante vetreria italiana

    In fase di ultimazione presso gli stabilimenti di Bovone una nuova linea per la stratifica di grandi lastre (3.000 x 6.000 mm) destinata ad una importante vetreria italiana che gestisce progetti e commesse di grande complessità e si dedica in particolare al settore edilizio, con la fornitura di lastre jumbo per la realizzazione di facciate continue.

    Il progetto, che a breve sarà consegnato e montato presso il nuovo stabilimento del cliente, va ad aggiungersi alle numerose referenze che Bovone può vantare nei processi di stratifica del vetro, e consolida il suo ruolo di partner di riferimento per quelle vetrerie che mirano all’innovazione e all’ottimizzazione della produzione. 

    Le referenze hanno giocato un ruolo fondamentale in questa commessa: la vetreria, infatti, essendo già cliente Bovone con l’acquisto in passato di alcune molatrici rettilinee, ha rinnovato la sua fiducia all’azienda, affidandole anche il supporto tecnologico per i processi di stratifica.

    Affidabilità, produttività, versatilità, qualità del prodotto finito, automazione e modularità sono gli aspetti chiave delle linee per la stratifica di Bovone: grazie all’accurata progettazione e alla qualità costruttiva, le linee Bovone richiedono una manutenzione minima, consentendo una maggiore continuità operativa e massimizzando la produttività dell’azienda. La nuova linea, destinata ad un grande spazio nel nuovo stabilimento del cliente, è equipaggiata con moduli integrabili per le fasi di carico e scarico, per il lavaggio delle lastre, per l’assemblaggio vetro-foil, con l’innovativo forno ibrido HRC. Come in ogni altra linea Bovone, in virtù della configurazione modulare, il cliente ha la possibilità di aggiungere o sostituire i diversi moduli con grande semplicità, avvantaggiandosi di una grande flessibilità produttiva, nell’immediato, ma anche in previsione di eventuali upgrade futuri. 

    L’innovativo forno ibrido HRC di Bovone, con cui è equipaggiata la linea, integra i due sistemi di riscaldamento – a convezione di aria calda forzata e a irraggiamento – per gestire al meglio la laminazione delle diverse tipologie di layers: specialmente in edilizia sono stati introdotti nuovi materiali che conferiscono al vetro stratificato caratteristiche migliori di resistenza e selettività. La possibilità di passare, con grande semplicità da una modalità di riscaldamento ad un’altra permettono alla vetreria di processare questa varietà di intercalari, utilizzando il sistema di riscaldamento più adatto. Oltre all’elevata versatilità, il forno HRC ottimizza la distribuzione del calore garantendo ottimi risultati di stratifica e consumi ridotti.

    Questa linea di grandi dimensioni è destinata a sostenere cicli di lavoro molto impegnativi. D’altra parte, Bovone progetta e costruisce anche linee compatte per quelle aziende che, a parità di impegno produttivo, non dispongono di grandi aree e necessitano quindi di ottimizzare gli spazi: la nuova linea di laminazione versione compact va proprio in questa direzione, mantenendo inalterati i livelli di qualità e affidabilità per cui le linee Bovone sono apprezzate in tutto il mondo.

    Rimani sintonizzato sui canali Bovone per i prossimi approfondimenti tecnici su questa importante commessa.

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni






       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.


      Articoli correlati

      BOVONE S.r.l.
      BOVONE S.r.l.
      VITRUM SPECIALIZED: Vitrum Flat Glass - GLASS IS: Tradition

      Ultimi articoli