venerdì 3 Febbraio 2023

traduzione automatica

venerdì 3 Febbraio 2023

traduzione automatica

    Capperi fatti in casa, sotto vetro

    In piena estate come non utilizzare uno dei frutti mediterranei tra i più saporiti e speziati, e che soprattutto possiamo preparare direttamente noi a km zero.

    Capparis spinosa, è un arbusto ramificato che cresce sui terreni aridi del bacino mediterraneo, capace di fiorire anche tra le rocce o nelle fessure dei muretti a secco. La pianta resiste al clima caldo e trova il suo ambiente ideale nei terreni calcarei e ben drenati.

    I capperi possono essere conservati sotto aceto o sotto sale con metodi semplicissimi, alla portata di qualsiasi cucina. E mantengono a lungo il loro sapore grazie al vetro, materiale puro e inalterabile.

    Infatti il contenitore ideale per questa prelibatezza sono dei semplici vasetti di vetro di qualsiasi dimensione.

    Ecco la ricetta che possiamo preparare semplicemente:
    – boccioli di capperi
    – sale grosso quanto basta
    – aceto di mele o di vino bianco quanto basta

    Se preferite, potete diluire l’aceto con acqua fino ad arrivare alla proporzione 1:1.
    Lavate i barattoli e i coperchi e asciugateli.
    Sciacquate i boccioli dei capperi sotto acqua corrente, scolateli, metteteli su un telo pulito e fateli asciugare all’aria.
    Mettete i capperi in un contenitore in vetro, mescolateli e copriteli con sale grosso e lasciateli riposare per 5-7 giorni.
    Al termine del periodo mettete i capperi in un colino, sciacquateli velocemente sotto acqua corrente per eliminare l’eccesso di sale e lasciateli ancora asciugare su un telo.
    Riempite i barattoli di vetro con i capperi, copriteli con l’aceto fino a circa 1cm e mezzo dal bordo e chiudeteli con il loro coperchio ermetico.
    Se utilizzate barattoli per il sottovuoto, scaldate l’aceto in un pentolino (eventualmente diluito con acqua in pari quantità), versatelo ancora caldo sui capperi, avvitate i coperchi e capovolgete i barattoli e lasciateli raffreddare completamente prima di metterli in dispensa.

    Fonte: meglioinvetro.it

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni






       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.


      spot_imgspot_img

      Articoli correlati

      Ultimi articoli