domenica 25 Settembre 2022

traduzione automatica

domenica 25 Settembre 2022

traduzione automatica

    More

      Fermacarte: fantasia vetro

      Le nostre scrivanie sono spesso completate e abbellite da fermacarte decorativi dalle varie fogge e facilmente maneggiabili.
      La maggior parte dei fermacarte sono realizzati in vetro, ma possono essere realizzati anche con diversi materiali.

      Quello che è certo è che la base di un fermacarte deve necessariamente essere piatta o leggermente concava per garantire la massima stabilità all’oggetto, mentre la parte superiore può apparire a cupola o può essere tagliata a piacimento con addirittura delle finestrelle per lasciar ammirare quello che si trova all’interno.

      Spesso i fermacarte artigianali sono delle vere e proprie opere d’arte, ed uniche realizzazioni.

      I fermacarte più antichi sono stati realizzati tra gli anni 1845 e 1860 in tre fabbriche francesi di nome Baccarat, St. Louis e Clichy.

      L’inventore dei primi fermacarte fu Justin Schubert che realizzò i primi 15.000-25.000 pezzi del periodo cosiddetto “classico”.

      Negli USA, Charles Kaziun iniziò nel 1940 a produrre bottoni, fermacarte, rulli per inchiostro ed altri oggetti da scrivania contraddistinti dalla loro semplicità di design.

      In Scozia, il pioniere Paul Ysart aveva ripreso questa moda assoldando tra l’altro artisti come William Manson, Peter McDougall, Peter Holmes e John Deacons.

      Durante l’era vittoriana in Inghilterra iniziò a diffondersi la moda di porre nei fermacarte dei ritratti sotto le cupole di vetro ed i primi esemplari vennero prodotti a Pittsburgh, Pennsylvania, sfruttando un processo registrato nel 1882 da William H. Maxwell.
      I fermacarte di questo stile contenevano al loro interno dei ritratti realizzati su vetrolatte poi racchiuso in una cupola di vetro trasparente. Albert A. Graeser, brevettò un processo differente nel 1892 per realizzazioni simili. Durante la medesima epoca divennero particolarmente popolari anche i fermacarte in cristallo di Boemia con sfere in vetro ad imitare gemme preziose o perle.

      Dalla metà del XX secolo sorsero invece una serie di piccoli studi artigianali, in particolare negli Stati Uniti, con diverse decine di lavoranti che cooperavano insieme per produrre una propria “linea” distintiva di prodotti. I più noti di quest’epoca provengono dai Lundberg Studios, Orient and Flume, Correia Art Glass, St.Clair, Lotton e Parabelle Glass.

      Tra i fermacarte più diffusi ed apprezzati sono quelli in stile “millefiori”, che sono realizzati con dei ritagli di vetro che formano dei piccoli fiori.

      La fantasia trova grande applicazione nella realizzazione dei fermacarte: ci sono quelli che contengono al loro interno fiori, camei, ritratti, placche in metallo, frutti, animali, insetti, tessuti, piccoli oggetti….insomma ce n’è per tutti i gusti.

      Fonte: wikipedia.it

      Contatta l'autore per ulteriori informazioni










         Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



        spot_imgspot_img

        Articoli correlati

        Ultimi articoli