domenica 25 Settembre 2022

traduzione automatica

domenica 25 Settembre 2022

traduzione automatica

    More

      1970/2020: cinquant’anni di evoluzione del vetro piano

      Dal 1970 il vetro piano ha iniziato a vivere una importante e significativa evoluzione.

      Ci sono stati miglioramenti nell’isolamento termico ed acustico delle lastre.
      Tant’è che negli ultimi anni le costruzioni edili stanno subendo una vera e propria rivoluzione tecnologica.
      Si stanno producendo vetrate che hanno un basso coefficiente di trasmissione termica.
      Sono dette vetrate ‘sotto vuoto’ perché hanno uno spessore molto ridotto, di pochi millimetri.
      Praticamente, per fare una comparazione pratica, con un vetro da 6 mm si possono ottenere le stesse prestazione di un vetrocamera da 50 mm.

      Per superfici molto grandi, si è raggiunta una resistenza al fuoco di 45 minuti, quando 20-30 anni fa, il vetro non resisteva affatto.

      Nel campo della protezione, sono stati creati dei vetri speciali resistenti agli esplosivi e ai colpi d’arma da fuoco, quando , prima, era sufficiente scagliare una pietra per rompere una vetrata.

      Nell’edilizia, il vetro è divenuto, ormai, un elemento strutturale.

      Un esempio è la Piramide del Louvre, la cui costruzione ha richiesto la messa in opera di 675 losanghe di vetro di 2,90 x 1,90 metri, del peso di 140 Kg ciascuna, e di 118 triangoli di base 1,90 e di altezza 1,50 metri. Sono costruite in vetro laminato extra bianco dello spessore di 10 millimetri.

      Ed anche il ponte Calatrava a Venezia.
      Il ponte è lungo dagli scalini 94 metri mentre ha una ampiezza centrale di 81 metri. La larghezza varia da 5,58 metri fino a 9,38 metri nella parte centrale. L’altezza varia da 3,20 metri sulle sponde fino a 9,28 metri nella parte centrale. L’arco centrale in acciaio, elemento strutturale del ponte ha un raggio di 180


      Oltre all’evoluzione del vetro come elemento strutturale, sono sempre più utilizzati prodotti in vetro laminato con proprietà fotometriche variabili chiamati vetri intelligenti .

      Vetri a cristalli liquidi : vetri laminati composti da due lastre e due strati intercalari tra i quali è posto un film ‘LC ‘ di cristalli liquidi. A riposo i cristalli hanno un orientamento qualsiasi ed il vetro appare traslucido sotto l’influenza di un campo elettrico, i cristalli assumono lo stesso orientamento ed il vetro diventa trasparente. Questi prodotti sono in commercio da diversi anni.
      Vetri fotocromici, che variano la loro trasparenza in funzione della quantità di luce Con questi si realizzano attualmente vetrate di grandi superfici.
      Vetri termocromici, che cambiano di colore in funzione della temperatura. Sono stati realizzati, di piccole dimensioni, nei centri di ricerca
      Vetri elettrocromici che cambiano di colore sotto l’influenza di un campo elettrico.

      Fonte: http://www.glassway.vda.it/
      e wikipedia.it
      ponte Calatrava Venezia. In questa foto si notano il pavimento in vetro, il corrimano in ottone e i parapetti in vetro
      Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=2897038

      Contatta l'autore per ulteriori informazioni










         Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



        spot_imgspot_img

        Articoli correlati

        Ultimi articoli