back to top
mercoledì 17 Luglio 2024

traduzione automatica

mercoledì 17 Luglio 2024

traduzione automatica

    L’industria del vetro cavo del Sud-est asiatico sfrutta la felice congiuntura economica e punta sulla tecnologia NNPB per contenitori leggeri

    La progettazione di contenitori sempre più leggeri è un caposaldo per l’industria del vetro, impegnata in un radicale contenimento dei consumi e degli sprechi energetici e di materia prima.
    Le nuove tecnologie di produzione stanno favorendo questa dinamica; in particolare, il passaggio dai tradizionali processi di soffiatura al processo narrow-neck-press-and-blow (NNPB) ha garantito la realizzazione di contenitori in vetro più leggeri, ma parimenti resistenti.
    Tale soluzione coinvolge ora da vicino l’industria del vetro del Sud-est asiatico, giunta, pur con leggero ritardo, ad un livello di sviluppo che affascina il mercato mondiale.

    La tecnologia narrow-neck-press-and-blow

    L’NNPB è un processo rivoluzionario che permette di ridurre il peso dei contenitori fino al 33%, anche mediante il controllo della distribuzione del vetro, senza produrre effetti negativi sulle performance del prodotto.
    Diversi produttori di vetro cavo del Sud-Est asiatico hanno dunque iniziato ad adottare questa tecnologia al fine di ridurre il consumo di vetro fuso per bottiglia e rafforzare la resistenza dei contenitori alla pressione sulla linea di riempimento.
    Il processo NNPB promuove inoltre una sensibile riduzione dei costi logistici e accende l’interesse dei consumatori, particolarmente attenti alla sostenibilità dei prodotti.

    Uno sguardo sul Sud-est asiatico

    Il Sud-est asiatico è un’area estremamente diversificata, che racchiude undici Paesi (Brunei, Cambogia, Filippine, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Singapore, Thailandia, Timor Est e Vietnam), per una popolazione totale di circa 680 milioni di abitanti. Si tratta di una regione fortemente dinamica, con un settore manifatturiero pronto a conquistare una fetta importante del mercato asiatico e di quello internazionale. Nel dettaglio, Thailandia, Indonesia, Filippine, Malesia e Vietnam si stanno imponendo nella regione come principali produttori di vetro per contenitori. Internazionalmente noto come ASEAN 5, il gruppo rappresenta infatti circa il 90% della produzione totale di vetro per contenitori nel Sud-est asiatico.

    Segnali economici promettenti

    Il periodo di prosperità dell’industria del vetro della regione è collegato e promosso dall’impressionante crescita economica del Sud-est asiatico. Per quanto concerne il PIL reale del gruppo ASEAN 5 nel 2022 si è infatti registrato un +5,3% in Indonesia, un +8,7% in Malesia, un +7,6% nelle Filippine, un +2,6% in Thailandia e un +8,0% in Vietnam. 

    Tali risultati accendono dunque i riflettori su un’industria che si sta affacciando, pur con un paio di decenni di ritardo, sui mercati internazionali attraverso una proposta produttiva dinamica, sempre più attenta alla sostenibilità e al progresso tecnologico.

    Fonte: Glass Machinery Plants & Accessories

    Potrebbe interessarti anche: Il PPWR mette a rischio la filiera del packaging: la presa di posizione di FEVE
    Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del vetro, segui Vitrum su LinkedIn!

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni






       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.


      Articoli correlati

      Ultimi articoli