venerdì 17 Settembre 2021

traduzione automatica

venerdì 17 Settembre 2021

traduzione automatica

    More

      Rotterdam ospita il primo deposito d’arte al mondo

      Il nuovissimo deposito Boijmans Van Beuningen, progettato dagli architetti MVRDV, è il primo deposito d’arte al mondo e si trova a Rotterdam.

      Di solito la maggior parte dei musei internazionali mostra al pubblico solo dal sei al sette per cento delle proprie collezioni ogni volta. Il resto è spesso fuori sede e nascosto alla vista, stipato in depositi chiusi.

      Il Depot Boijmans Van Beuningen è il primo deposito d’arte al mondo. I costruttori hanno reso il 99% dell’edificio accessibile al pubblico e l’intera collezione del vicino Museum Boijmans Van Beuningen (circa 151.000 manufatti) è disponibile per la visita.
      La struttura è stata realizzata a forma di cono, alta 39.5 m, ha un diametro di 40 m in basso e 60 m in alto e la sua parte a sbalzo non ha appoggi diretti. Inoltre, le aperture, compreso l’ingresso per i visitatori e l’entrata e l’uscita per le mostre, creano punti deboli al piano terra.
      Quindi il progetto doveva garantire un progetto capace di sopportare l’elevato carico dall’alto.

      La soluzione per dare stabilità e sicurezza all’edifico sta nelle fondamenta. Hanno realizzato i primi due piani in calcestruzzo gettato in opera, che funge da plinto strutturalmente solido su cui costruire i restanti quattro piani dell’edificio

      La struttura oltre alla forma decisamente insolita ha tutta la facciata rivestita da 1.664 pannelli di vetro specchiato.

      La struttura, la cui facciata misura 6.609 mq sembra moltiplicare lo scenario verde del circostante Museumpark.
      Per ricoprire la facciata sono stati utilizzati diversi tipi di vetro: vetro riflettente standard, vetro riflettente con rivestimento in pellicola, vetro trasparente per spazi di lavoro e vetro sfumato.
      Per garantire l’efficienza energetica, MVRDV ha installato accumuli termici interrati per la climatizzazione, pannelli solari, illuminazione a LED e isolamento ad alte prestazioni. L’acqua piovana viene immagazzinata per l’irrigazione e per i servizi igienici, mentre l’acqua residua convogliata in uno stagno vicino (appartenente all’Het Nieuw Instituut), che sarà convertito in un bacino idrico per l’ambiente.
      L’atrio occupa lo spazio centrale su tutti i piani e le sue scale incrociate conducono i visitatori attraverso varie aree pubbliche, fino al tetto. Ogni scala dell’atrio avrà un pianerottolo esattamente al centro dell’edificio, consentendo ai visitatori una vista panoramica dal cuore del deposito.

      Una meraviglia architettonica e un punto di riferimento per la città di Rotterdam. Il Depot segna una nuova ondata di sviluppo urbano nel più grande porto d’Europa.

      Fonte: https://buildingcue.it/

      Contatta l'autore per ulteriori informazioni










         Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



        spot_imgspot_img
        Articolo precedenteRelazione
        Articolo successivoBarovier & Toso, eleganza, qualità e lusso.

        Articoli correlati

        Ultimi articoli