martedì 17 Maggio 2022

traduzione automatica

martedì 17 Maggio 2022

traduzione automatica

    More

      Tipi di vetro e loro applicazioni

      Esistono migliaia di composizioni diverse di vetro: se ne calcolano almeno 100.000 qualità e varietà.
      Ecco le più importanti in base al loro utilizzo.

      Vetro cavo
      Bottiglie, bicchieri, flaconi e boccettine occupano una notevole porzione della produzione vetraria.
      L’inerzia chimica, la resistenza meccanica e le proprietà ottiche vengono variamente sfruttate per ogni esigenza, e il vetro si presta particolarmente per contenere liquidi di ogni genere, anche per uso alimentare e medicinale.

      Vetro piano
      Sono largamente diffusi in edilizia e vengono classificati in base allo spessore della lastra (semplice, semidoppio, doppio, mezzo-cristallo, ultraforte), che può variare da 1,6 mm a 10-14 o anche 19 mm.

      Vetro di quarzo
      È un vetro costituito da pura silice, ha importanti caratteristiche chimico-fisiche, ma elevata temperatura di fusione e alta viscosità. La sua lavorazione è molto costosa.

      Vetro artistico
      La produzione di vetri artistici lavorati a mano ha un tempo di lavorazione più lungo. Per questo alla silice si aggiunge una percentuale di sostanze che facilitano le lavorazioni, ma rendono il vetro più fragile.
      Il vetro artistico deve essere anche in grado di accogliere elementi coloranti e dosi di piombo, che ne aumentano la lucentezza e la rifrazione.

      Vetro per ottica
      E’ il vetro destinato alle lenti di occhiali, microscopi e cannocchiali, agli obiettivi delle macchine fotografiche e delle telecamere: deve essere quindi particolarmente raffinato.
      Un particolare tipo di vetro, chiamato fotocromico (o fotocromatico), assorbe la luce diventando più scuro, fino al cessare della radiazione luminosa.

      Vetro di sicurezza
      La fragilità del vetro e la formazione di piccole e taglienti schegge costituiscono un serio ostacolo all’impiego delle lastre nelle costruzioni edili, per la pericolosità che ne deriva.
      Sono stati quindi studiati vetri temprati, con raffreddamento diversificato, molto più resistenti e che si frantumano in piccolissimi frammenti meno taglienti; oppure vetri stratificati, ottenuti accoppiando due lastre con interposizione di un foglio di materiale termoplastico, cui aderiscono i frammenti in caso di rottura (ad esempio nel parabrezza dell’auto).

      Vetro per fibre
      Le fibre di vetro possono avere un diametro da 1 a 8 micron e una resistenza alla trazione da 8500 a 20000 kg/cm2; notevole è anche l’elasticità. Si ottengono per tiraggio del vetro fuso, attraverso una filiera di platino con numerosissimi fori.
      Le fibre di vetro (fiberglass, in inglese) sono usate, per la loro leggerezza e resistenza, in pannelli di rivestimento, carrozzerie, ecc. Per soffiatura con aria e vapore si ottengono fibre corte e discontinue adatte per pannelli isolanti.

      Fonte: wikipedia, tecnologia.annibalepinotti.it

      Contatta l'autore per ulteriori informazioni










         Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



        VITRUM Life
        VITRUM Lifehttps://vitrumlife.it
        [cf7form cf7key="modulo-di-contatto-1_copy"]
        spot_imgspot_img

        Articoli correlati

        VITRUM Life
        VITRUM Lifehttps://vitrumlife.it
        [cf7form cf7key="modulo-di-contatto-1_copy"]

        Ultimi articoli