lunedì 5 Dicembre 2022

traduzione automatica

lunedì 5 Dicembre 2022

traduzione automatica

    2021 in crescita per il settore del vetro: conferme dal Centro Studi di GIMAV

    Il Centro Studi di GIMAV, Associazione Italiana Fornitori Macchine ed Accessori per la Lavorazione del Vetro, ha rilasciato ad agosto i dati del settore per il 2021 e le prime proiezioni del 2022, consegnando l’immagine di una realtà in crescita, nonostante le difficoltà connesse alla pandemia.

    Le parole del Neo Presidente di GIMAV, Dino Zandonella Necca, riportano l’ottimismo dell’associazione: “Nonostante il perdurare di alcuni ostacoli nell’operare sul mercato internazionale e nella catena di approvvigionamento delle materie prime e della componentistica, la resilienza dimostrata dalle aziende italiane del settore è stata encomiabile”.

    I risultati del 2021

    Concentrandoci sui dati raccolti da GIMAV per il 2021 si evidenziano le seguenti cifre:

    • il fatturato del settore si è attestato a 2,5 miliardi di euro, registrando un incremento del 24,3% rispetto al 2020. In particolare, il Vetro Piano cresce del 27,7%, il Vetro Cavo del 17,5% e gli Accessori e le Altre Tecnologie per la Lavorazione del Vetro del 23,5%.
    • Il settore conferma la propria competitività su scala mondiale, con un rapporto export/fatturato pari al 68%.
    • Risultato particolarmente incoraggiante è quello delle esportazioni, cresciute del 18,2%.
    • Il recupero rispetto al 2020 è stato trainato dalle brillanti performance delle consegne sul mercato italiano, forti di un +39,8%.

    Analisi e considerazioni

    Una puntuale analisi dei dati è proposta dal Direttore di GIMAV, Fabrizio Cattaneo. “Il settore dei macchinari e delle tecnologie per la lavorazione del vetro ha dimostrato un’ottima capacità di recupero e di adattamento alla situazione dei mercati internazionali, influenzati da diversi fattori che ne hanno limitato l’accesso. Questo risultato è stato possibile grazie allo spostamento delle vendite, di norma più spiccatamente legate all’export, verso un maggior presidio del mercato nazionale. Ne è la prova il dato delle vendite sul mercato nazionale, dove le consegne dei macchinari e delle tecnologie Made in Italy sono la quota predominante. In attesa di una normalizzazione sul piano internazionale, l’aumento della presenza sul territorio nazionale è sicuramente un segnale di buon auspicio”.

    Focus sui mercati

    Gli Stati Uniti si confermano il mercato principale per i macchinari e le tecnologie per la lavorazione del vetro (10,4% dell’export complessivo), seguiti da Germania (9,3%) e Spagna (7,2%).
    Gli stessi Paesi sono i principali mercati di destinazione anche per il comparto del Vetro Piano e per gli Accessori e Altre Tecnologie per la Lavorazione del Vetro, pur con diverso ordine: con la Germania al primo posto, seguita da Spagna e Stati Uniti.
    Il Messico si conferma invece la principale destinazione per il Vetro Cavo, nonostante un lieve rallentamento nel 2021. Cresce, invece, il mercato statunitense che scalza la Cina dal secondo posto.

    Dati per il primo quadrimestre 2022

    Per i primi mesi del 2022 si osserva una stabilizzazione dei dati economici, che conferma la solidità del settore, come sostiene il Presidente di GIMAV, Zandonella Necca. Il fatturato del settore nel primo quadrimestre 2022 registra un +13,7% rispetto al 2021. Il valore della produzione si attesta inoltre a +12,9% rispetto al 2019.
    L’export di settore registra un trend positivo: +9,4%, con una ripresa delle operazioni sul piano internazionale stimata a +12,3% rispetto al 2019.
    Da ultimo, ma non per importanza, la domanda interna traina le consegne sul mercato nazionale, che ad aprile risultano in crescita del 23,8% se paragonate all’anno precedente.

    Un coscienzioso ottimismo

    Come evidenzia Zandonella Necca, Presidente di GIMAV, è ora fondamentale “monitorare gli sviluppi e le sfide che si stanno palesando – per citarne alcuni, il rialzo dei prezzi dell’energia e delle materie prime, crisi geopolitiche, l’inflazione crescente, il tasso di cambio euro/dollaro e la corretta gestione delle risorse straordinarie del PNRR. È tuttavia importante sottolineare il positivo trend di crescita del mercato nazionale anche del primo quadrimestre 2022, segnale che l’intera filiera del vetro Made in Italy sta investendo in tecnologia all’avanguardia per trovarsi pronta a ripartire più competitiva”.

    Consulta il comunicato con tutti i dati raccolti dal Centro Studi di GIMAV cliccando qui.

    Fonte: gimav.it

    Potrebbe interessarti anche: Il 2021 è stato l’anno dei record per gli imballaggi in vetro
    Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del vetro, segui Vitrum su Twitter!

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni










       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



      spot_imgspot_img

      Articoli correlati

      Ultimi articoli