lunedì 5 Dicembre 2022

traduzione automatica

lunedì 5 Dicembre 2022

traduzione automatica

    Vetro di carnevale

    Il vetro di carnevale è un vetro modellato o pressato a cui è stato sulla superficie uno strato iridescente.

    Il vetro di carnevale è stato conosciuto con molti altri nomi in passato: vetro aurora, vetro arcobaleno, vetro taffetà e sprezzantemente come “Tiffany dei poveri”.
    Il suo nome attuale è stato adottato dai collezionisti negli anni ’50 dal fatto che a volte veniva dato come premio a carnevali, feste e fiere.
    La chiave del suo fascino era che assomigliava superficialmente al vetro iridescente soffiato molto più fine e molto più costoso di un vetro Tiffany, e anche che l’allegra finitura brillante catturava la luce anche negli angoli bui della casa.

    Il vetro di carnevale è nato come un bicchiere chiamato “Iridill”, prodotto a partire dal 1908 dall’americana Fenton Art Glass Company.
    E’ stato ispirato dall’arte del vetro soffiato fine di produttori come Tiffany e Steuben, ma non ha venduto per via dei prezzi alti ed è stato successivamente scontato.
    Iridill è diventato popolare e molto redditizio per la società americana Fenton, che ha mantenuto la sua posizione di più grande produttore ed è stato uno dei pochissimi produttori ad utilizzare una base di vetro di colore rosso per il suo bicchiere da carnevale.

    La maggior parte del vetro da carnevale negli Stati Uniti è stata prodotta prima del 1925, con una produzione in netto declino dopo il 1931. Alcune produzioni importanti sono continuate al di fuori degli Stati Uniti durante gli anni della depressione dei primi anni ’30, riducendosi a pochissime negli anni ’40.
    Alcuni vetri di carnevale vengono prodotti ancora oggi anche se in quantità molto ridotte.

    Svariati modelli di vetro di carnevale sono stati progettati e realizzati da produttori in diverse parti del mondo come quelli di Crown Crystal of Australia, famosa per la loro rappresentazione della fauna e della flora distintive di quel continente nel loro vetro.
    Sowerby (Inghilterra) noto per l’uso di pezzi figurativi di cigno, gallina e delfino in finitura carnevale.
    La produzione tedesca del vetro di carnevale è stata dominata dalla vetreria Brockwitz, con motivi prevalentemente geometrici che prendono spunto dal vetro tagliato.

    Il vetro di carnevale ottiene la sua lucentezza iridescente dall’applicazione di sali metallici mentre il vetro è ancora caldo dalla pressatura. Un’ultima cottura del vetro esalta le proprietà iridescenti dei sali, conferendo al vetro di carnevale la distinta lucentezza per cui è noto.

    Il vetro di carnevale è stato realizzato in una vasta gamma di colori, sfumature, combinazioni di colori e varianti.
    Il colore più popolare per il vetro di carnevale è ora conosciuto dai collezionisti come “calendula” (marigold).

    Marigold ha una base in vetro trasparente ed è il colore di carnevale più facilmente riconoscibile. I colori della superficie finale della calendula sono per lo più un brillante arancio-oro che vira forse al rame con piccole aree che mostrano riflessi arcobaleno o “chiaro d’olio”.

    Gli articoli realizzati in vetro di carnevale includono: ciotole, piatti, vasi, brocche o brocche e bicchieri, ecc..

    Il vetro di carnevale è altamente collezionabile. I prezzi variano ampiamente, con alcuni pezzi che valgono molto poco, mentre altri oggetti rari valgono migliaia di dollari. Esempi di vetri di carnevale possono essere facilmente trovati nei negozi di antiquariato e sui principali canali social.

    Fonte: wikipedia.it

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni










       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



      spot_imgspot_img

      Articoli correlati

      Ultimi articoli