domenica 29 Gennaio 2023

traduzione automatica

domenica 29 Gennaio 2023

traduzione automatica

    Stampa su vetro: personalizzazione e versatilità

    Il vetro è uno dei materiali più raffinati che si possono usare in architettura e nella decorazione d’interni.

    Trasparente per definizione, però grazie alla colorazione, alla stampa e alla decorazione può essere utilizzato in infinite soluzioni: porte e finestre, tavoli e sedie, ma anche box doccia, pannelli divisori, rivestimenti per cucine e bagni.

    Sempre più spesso i vetri usati nell’interior decoration e in architettura sono vetri colorati, stampati e decorati.

    Quando si vuole stampare o decorare il vetro, ci sono alcune aspetti da tenere in considerazione.

    La prima (e fondamentale) è che si possono usare due diversi tipi di inchiostri: quelli ceramici a base vetrosa e quelli organici.

    Gli inchiostri ceramici, prima vengono essiccati e poi subiscono un vero e proprio processo di tempra che li fa vetrificare, rendendoli un tutt’uno con la lastra.

    Quelli organici  sono chiamati “a freddo”, perché non vengono lavorati ad alte temperature ma sono sottoposti a un semplice curing. Ovvero rimangono sulla superficie   e non si fondono, quindi hanno delle resistenze minori agli agenti atmosferici, agli acidi, ai graffi, alle macchie, ecc…


    Quindi per superare questo problema, la superficie decorata con la stampa a inchiostri organici viene pretrattata e poi protetta con coating specifici oppure con un’altra lastra: si crea una sorta di sandwich, e si mantiene la stampa all’interno

    I vantaggi della stampa a freddo sono la varietà della gamma cromatica a disposizione, che comprende anche inchiostri fluo e  metallizzati.

    Quando si parla di stampa su vetro (qualunque essa sia)  è importante  ricordare che si stampa  sempre sul  lato aria. Per identificare con sicurezza il lato corretto si utilizzano i raggi ultravioletti.

    Quando si utilizzano inchiostri ceramici, è necessario verificare le loro temperature di cottura devono essere inferiori alla temperatura di rammollimento del vetro e che quest’ultimo possa essere temprato (altrimenti gli inchiostri non potrebbero cuocere).

    Inoltre prima di stampare sul vetro  è  fondamentale verificare che la lastra sia perfettamente  pulita, altrimenti l’inchiostro potrebbe non aderire in modo corretto.

    Stampare su vetro  è un processo impegnativo, ecco perché  sempre più spesso per decorare i  vetri si utilizzano altre tecniche e soluzioni più facili ed economiche.

    La tecnica per personalizzare  il vetro  più utilizzata  è l’applicazione di pellicole in  PVC adesivo Polimerico che è il prodotto più adatto ad essere applicato sui vetri.

    Perché ha un collante a base solvente e dunque molto più tenace e duraturo, inoltre il PVC Polimerico garantisce una durata dai 5 agli 8 anni su  strutture esterne.

    Contatta l'autore per ulteriori informazioni






       Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.


      spot_imgspot_img

      Articoli correlati

      Ultimi articoli