lunedì 10 Maggio 2021

traduzione automatica

lunedì 10 Maggio 2021

traduzione automatica

L’Art Nouveau: stile Liberty

Griffi (copertina) per Fratelli Treves, Torino e l’Esposizione internazionale d’arte decorativa moderna, 1902
Alla fine del 19° secolo inizia a diffondersi uno stile  decorativo nuovo e di  carattere internazionale, che continuerà ad essere di moda per tutto il decennio seguente.

Questo stile si ispirava agli ideali artistici predicati da William Morris, all’influsso orientaleggiante del Movimento Moderno, al misticismo dei preraffaelliti e dei pittori simbolisti e presentava due principali correnti.

La prima si sviluppò in Francia e in Belgio, trasse la sua ispirazione dalla natura, ed esasperò la flessuosità dei vegetali, i cui steli e tralci si aggrovigliavano in un modo che li rendeva irriconoscibili.
La seconda, puntava ad un’equilibrata eleganza geometrica trovò espressione nell’opera del movimento secessionista viennese.

L’Art Nouveau aprì la strada al moderno design e all’architettura moderna.  
I più grandi maestri esponevano la loro migliore produzione vetraria di stile Art Nouveau alle esposizioni industriali nazionali e internazionali, tra le quali ricordiamo quella di Parigi del 1900 e quelle di St. Louis e di Torino del 1902.


Lo stile Nouveau raggiunse probabilmente il suo culmine durante l’Esposizione internazionale d’arte decorativa moderna di Torino nel 1902, in cui furono esposti i progetti di designer provenienti dai maggiori paesi europei, tra cui gli oggetti e le stampe dei famosi magazzini londinesi di Arthur Lasenby Liberty.  

In questo periodo divenne popolare il vetro cammeo a doppio e triplo strato, quando Emile Gallé raggiunse livelli straordinari di libertà e perfezione, tanto da emergere come il miglior artista del tempo e forse il più grande di tutti i tempi.  

Nello stesso periodo in Austria e in America era di moda il vetro iridescente, in Germania invece il vetro era noto per la qualità e la fantasia delle sue decorazioni a smalto.  


In questi anni si ebbero due importanti innovazioni: in America L.C. Tiffany con le tecniche del vetro colorato creò le sue famose lampade (in cui i vetri erano sostenuti da telai di piombo), mentre in Francia i fratelli Daum, Decorchemont e Argy-Rousseau migliorarono la tecnica della pate-de-verre (vetro macinato lavorato come una pasta e cotto come smalto), e crearono vasi e sculture simili a gioielli.


Con lo stile decorativo dell’Art Nouveau, conosciuto come Liberty, si interruppe la tradizione del pesante disegno vittoriano, nacque un
movimento pieno di vitalità e originalità che annunciò lo stile caratterizzerà poi il XX secolo.  

Fonte: Vitrum.it e Wikipedia.org

Contatta l'autore per ulteriori informazioni










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    spot_imgspot_img

    Articoli correlati

    Ultimi articoli